Natale: consigli (alimentari) per l’uso

ImageIl Natale sta arrivando e come ogni anno porta con sé luci colorate, neve, regali e… tante abbuffate!

Con questo articolo voglio dare qualche piccolo suggerimento per evitare di ritrovarsi dopo le feste con quei fastidiosissimi due o tre chili in più, senza ovviamente rinunciare al piacere di festeggiare in compagnia di familiari ed amici.

Prima di tutto, bisogna evitare di seguire regimi alimentari “fai-da-te” e pericolosi digiuni nel periodo che precede le feste natalizie, perché questi comportamenti potrebbero essere rischiosi per la salute (spesso le diete non formulate da un professionista risultano essere sbilanciate e carenti in preziosi nutrienti) e poi perché si rischia di arrivare la sera della Vigilia o al pranzo del 25 affamati e di abbuffarsi senza controllo.

Per questo motivo, è vietato sedersi a tavola a stomaco vuoto: fare sempre degli spuntini leggeri, a base di frutta fresca di stagione o yogurt, a metà mattina e a metà pomeriggio per controllare la fame e soprattutto, per evitare di “piluccare” pane e grissini in attesa di iniziare il pasto o tra una portata e l’altra.

Se siete ospiti, cercate di mangiare poco di tutto, evitando di fare il “bis”, soprattutto dei piatti più calorici: antipasti ricchi di salse, primi piatti elaborati e dolci.

Inoltre, cercate di rispettare i segnali di sazietà che vi dà il vostro stomaco, senza forzarvi a mangiare di più per paura di sembrare scortesi di fronte a chi vi ospita: ricordatevi che il pranzo o la cena di Natale devono essere un piacere e mangiare fino a scoppiare non è una regola!

Se i padroni di casa siete voi, proponete ai vostri ospiti porzioni piccole e ben bilanciate nei nutrienti, alternando i piatti più grassi a cibi più leggeri a base di pesce e non fate mai mancare a tavola la verdura: ha un elevato potere saziante e la fibra che contiene riduce l’assorbimento di grassi e carboidrati presenti negli alimenti.

Se volete mantenere la tradizione della carne, rispettatela preferendo la carne bianca di tacchino o faraona a quella rossa.

È molto importante evitare di bere superalcolici, ma concedersi uno o due bicchieri di vino durante il pasto.

Attenzione alla frutta secca, o meglio a quella oleosa come noci, nocciole, mandorle, pistacchi e pinoli: pur essendo ricca di acidi grassi polinsaturi che fanno bene alla salute, è molto calorica, pertanto andrebbe consumata a metà giornata, magari durante una pausa sulle piste da sci, piuttosto che come fine pasto.

Per quanto riguarda il dolce, preferite una piccola porzione di panettone artigianale ad una fetta di pandoro condita con salse (spesso ricche di mascarpone e altri cibi ricchi di grassi).

Per concludere, non dimentichiamoci mai di muoverci: approfittate delle giornate di festa per fare lunghe passeggiate e, per gli sportivi, incrementate l’attività fisica che svolgete di solito.

E se non sarete bravi a seguire i miei consigli a Natale, nel prossimo articolo vi spiegherò come “correre ai ripari”!

Buone feste a tutti!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s